Contattaci

    Contattami subito

    Usa il form di contatto qui sotto, ti risponderò nel più breve tempo possibile.

    Location evento

    Green pass per i matrimoni, come ottenerlo e nuove regole

    Dopo mesi di continui stop e rinvii, finalmente arrivano le prime notizie ufficiali: a partire dal 1 giugno è necessario il green pass per i matrimoni, sia in zona gialla che zona bianca.

    Per partecipare ai banchetti nuziali, dunque, sarà obbligatorio esibire la certificazione che dimostri l’avvenuta vaccinazione, la guarigione dal covid o la negatività del tampone.

    Come fare per ottenerla? Scopriamolo insieme!

    Green pass per i matrimoni: si riparte in totale sicurezza

    Green pass per i matrimoni, come ottenerlo e nuove regole

    Il 17 maggio, il Governo Draghi ha varato il nuovo decreto Riaperture, facendo tirare un sospiro di sollievo e dando speranza a tutte le coppie di sposi ed agli addetti ai lavori del settore wedding.

    Da troppi mesi, ormai, eravamo col fiato sospeso ed il clima di incertezza che si respirava ha gettato tutti in un grande sconforto, per il timore di dover subire ancora nuovi rinvii.

    Con il suddetto decreto legge, assieme alle nuove misure di contenimento e la sicurezza, è arrivato il tanto atteso green pass per i matrimoni, uno strumento che fa da lasciapassare per le cerimonie come i matrimoni, ma anche per tutte le situazioni in cui è prevista un’aggregazione di persone, quali concerti, manifestazioni, etc.

    Green pass per i matrimoni, come si ottiene?

    Precisiamo subito che, ad oggi, il green pass per i matrimoni è l’unico mezzo a nostra disposizione per garantire a tutti la possibilità di aggregarsi in totale sicurezza e di poter viaggiare.
    Di seguito, spieghiamo nel dettaglio come ottenere questa certificazione che ha la durata di 9 mesi, in formato digitale o cartaceo, in base alla categoria di appartenenza: vaccinati, guariti, tamponati.

    • Green pass per i vaccinati:
      il green pass per i matrimoni viene rilasciato direttamente al termine della vaccinazione, Non occorre aver completato il ciclo, poiché il green pass è valido già dopo 15 giorni dalla somministrazione della prima dose.
    • Green pass per i guariti:
      le cose cambiano se si è stati contagiati da covid-19 e si è guariti, poiché in tal caso il green pass è sostituito da una certificazione della struttura ospedaliera presso cui si è effettuata la degenza o del medico curante (in caso di pazienti non ricoverati). La durata della certificazione è di sei mesi a partire dal tampone negativo, ovvero dalla guarigione.
    • Green pass per i tamponati:
      nel caso di certificazione dopo il tampone, il green pass si ottiene con l’esito negativo del test (salivare, molecolare o antigenico), effettuato nelle 48 ore precedenti.Come viene consegnato il green pass per i matrimoni?

    Le modalità sono ancora da definire, ma, come ha riferito il Ministro per l’Innovazione tecnologica e transizione digitale Vittorio Colao, per portare sempre con sé il green pass per i matrimoni sarà creato un pass elettronico da scaricare suelle app IO e Immuni. In alternativa a ciò, sarà sufficiente salvare sul proprio smartphone il Qr code, come una normale immagine.

    Green pass per i matrimoni, come ottenerlo e nuove regole 1Il varo del pass vero e proprio dovrebbe avvenire intorno alla metà di giugno.

    Se vi state per sposare o avete un matrimonio alle porte, vi invito a seguire in ogni caso tutte le regole per il contenimento del covid-19, per godervi serenamente un grande momento di gioia.

    Condividi