Contattaci

    Contattami adesso

    Usa il form di contatto qui sotto, ti risponderò nel più breve tempo possibile.

    Come scegliere il vino per il tuo matrimonio

    Quando si organizzano le nozze è bene dedicare tempo e attenzione alla scelta del menu da degustare durante il banchetto. E come ogni festa che si rispetti, il buon cibo deve essere accompagnato da un ottimo vino.

    Stabilite le pietanze che andranno a comporre il menu per il ricevimento nuziale, quindi, non bisogna tralasciare la scelta del vino.

    Esso infatti deve accompagnare ed esaltare i sapori dei piatti, per cui è importante tanto quanto il cibo e, pertanto, va scelto con cura.

    Come si fa allora a scegliere il vino per il tuo matrimonio? Se hai paura di sbagliare per inesperienza, niente paura, sono qui per guidarti nella giusta scelta.

    Scelta del vino: abbinamenti

    Come scegliere il vino per il tuo matrimonioQuando pensi a come scegliere il vino per il tuo matrimonio, sicuramente il primo abbinamento che farai sarà: vino bianco con il pesce e vino rosso con la carne. In realtà possiamo sfatare questo mito, perché non è sempre così.

    Con i vini di una certa struttura, infatti, è possibile creare delle associazioni contrastanti, che non obbligano a dover necessariamente accostare un vino diverso per ogni portata del menu.

    La scelta del vino per il tuo matrimonio potrebbe seguire, ad esempio, alcuni criteri guida, come la stagionalità e l’appartenenza al territorio e da qui costruire gli abbinamenti.

    Un altro metodo è quello legato al principio di similitudine o contrasto, il primo è certamente il più utilizzato e consiste nel creare un legame armonioso tra la corposità del vino e la consistenza della portata.

    In questo caso, la corposità del vino non deve sovrastare quella del cibo, ma solo accompagnarla.

    Il secondo aspetto, invece, riguarda la contrapposizione tra cibo e vino, come ad esempio i vini acidi che vengono serviti per “sgrassare” la componente grassa di alcune pietanze come i formaggi.

    Aperitivo, cosa consigliamo

    Come scegliere il vino per il tuo matrimonio

    Per scegliere il vino per il tuo matrimonio iniziamo dall’aperitivo di benvenuto. Generalmente, ad essere serviti per primi sono i vini più leggeri, per poi proseguire il pasto con quelli più corposi.

    Per gli aperitivi, antipasti e stuzzichini, si servono infatti vini bianchi affinati in acciaio o, in alternativa, prosecchi perfetti per i cocktail.

    Banchetto nuziale, cosa proporre

    Per quanto riguarda i primi, solitamente la prima portata è composta da due pietanze diverse, una più semplice e l’altra dal sapore più ricercato.

    Con i primi a base di pesce o verdure, consigliamo di scegliere un vino per il tuo matrimonio delicato e con una gradazione alcolica non troppo elevata, come un bianco secco tra i 10° e i 12°.

    Le portate di terra o a base di carne, invece, sono perfette in abbinamento ad i vini rossi ben strutturati.

    Arriviamo ai secondi: man mano che si procede con le portate, la gradazione alcolica tende a salire.

    Se le seconde portate sono a base di pesce, il livello di alcool sarà intorno ai 10° o 14° e la scelta spesso cade sui bianchi secchi o rosati, con eccezione dei crostacei, ai quali si preferisce accostare un vino rosso robusto che ne esalta il gusto.

    Se nel banchetto nuziale è stato inserito un secondo a base di carne, la scelta del vino per il tuo matrimonio può ricadere su un vino rosso di medio invecchiamento.

    Sul buffet di dolci non può mancare un ottimo spumante, mentre per il brindisi finale durante il taglio della torta è d’obbligo lo champagne.

    Come scegliere il vino per il tuo matrimonio: quante bottiglie?

    Come scegliere il vino per il tuo matrimonio-1Per la quantità di vino da mettere in preventivo bisogna assolutamente affidarsi all’esperienza del catering.

    Saranno loro infatti a consigliare il giusto quantitativo di bottiglie, evitando sprechi o, al contrario, quantità ridotte rispetto al numero di persone.

    La regola a cui si affidano i servizi di catering è quella di dividere il numero di invitati per 2,15, ma è sempre meglio arrotondare per eccesso.

    Concludo questo articolo dando un suggerimento spesso trascurato, ma molto importante, ovvero:

    è bene affidarsi sempre alla qualità e farsi consigliare dai sommelier più esperti. 

    Condividi

    Luana Aloi
    Stai pensando di sposarti? Hai già fissato la data dell’appuntamento più importante della tua vita?

    © 2022 Luana Aloi P.Iva 03621770795